Lun 24/06/19 – Nilza Costa & Afro Samba Project

La cantante e autrice braziliana Nilza Costa e il suo storico sassofono Massimo Zaniboni incontrano L’Afro Samba duo di Gavardi e Bano!

Nilza Costa: voce; Massimo Zaniboni: sax; Giulio Gavardi: chitarra; Dario Bano: percussioni

Nilza Costa è una cantante e autrice/compositrice brasiliana di Salvador (Bahia), con un cuore pulsante di ritmi ancestrali dell’Africa, trasfigurati nel suo canto in un linguaggio artistico estremamente originale. Le forme tradizionali della cultura musicale e religiosa brasiliane, quali il Candonblé, la Capoeira, Samba Duro, Maculelé e la “Cantigas de Roda”, sono da lei filtrate con una spiccata attitudine alternativa.
Nilza si fa portavoce della rivoluzione di un popolo che, anche attraverso la musica e la spiritualità, ha trovato la strada dell’emancipazione. La sua storia artistica, è arricchita dai tanti live e da illustri collaborazioni (fra gli altri Roy Paci). Il suo disco di debutto, “Revolution, Rivoluzione, Revolução”, è un appassionante viaggio nella migliore World Music che contamina l’Afro-Jazz con Samba, Blues e ipnotiche atmosfere voodoo.
A ottobre 2016 esce, sempre per la label bolognese FonoFabrique, il secondo album, “Roots”, co-prodotto sempre dall’Associazione Culturale Studio SoundLab, con gli arrangiamenti del batterista Roberto “Red” Rossi. Dieci canzoni che raccontano, con sentimento religioso, con malinconia, ma anche con speranza, il modo di vivere di uomini e donne lontani dalla propria terra, attraverso un mix di suoni della natura e di idiomi Afro-jazz e Yoruba. E’ per questo che l’album intraprende un magico itinerario sospeso tra culture e lingue, in cui liriche in portoghese, inglese, italiano e yoruba sono esaltate dal contributo di strumentisti d’eccezione.

Per questo concerto Nilza Costa salirà sul palco accompagnata dall’Afro Samba duo di Gavardi e Bano, una formazione che rappresenta una vera e propria immersione nella tradizione musicale più antica del Brasile, contaminata con l’eredità africana, che si ritrova in particolar modo nella cultura bahiana, fatta di una sentita religiosità e di sfrenate danze rituali. Il nome del duo è un tributo al chitarrista e compositore Baden Powell, pioniere e massimo esponente nel secolo scorso della riscoperta di questa tradizione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.