Lunedì 30 Gennaio – DAVID BOATO QUINTET

David Boato Quintet
          LONELY WOMAN

David Boato tromba, flicorno
Michele Polga sax tenore, effetti
Rosa Brunello contrabbasso
Paolo Corsini pianoforte, fender rhodes
Max Chiarella batteria
Cinque musicisti alla ricerca di un ponte che unisca la tradizione e le innovazioni con le quali l’avanguardia e la contaminazione hanno arricchito il linguaggio del jazz.
Un sottile equilibrio, una linea di confine su cui il gruppo viaggia, a volte sconfinando, senza temere di avventurarsi in territori meno usuali e nemmeno di sviscerare l’amore per la tradizione.


DAVID BOATO (tromba, flicorno, composizione)

Ha collaborato con Franco D’Andrea, Tony Scott, Bob Moses, Luma, Ares Tavolazzi, Kurt Rosenwinkel, Lee Konitz e l’orchestra del suono improvviso, Pietro Tonolo, Emanuel Bex, Joe Chambers, Matthew Garrison, Roberto Gatto, Chucho Valdez, Danilo Perez, Horacio “el negro” Hernandez, per citare alcuni, ed ha preso parte a performance interattive di contaminazione col mondo del teatro (Massimo Somaglino, Nora Fuser, Giuliana Musso, Pasquale Panella, Daniele Formica, Alessandro Haber) e con quello della danza (“Tra Gesto e Suono” con la compagnia di danza contemporanea Indaco-Mogliano Veneto, “Difforme” con Danzarea-Mantova, “Mainerio” di Glauco Venier al Mittel Fest esperimento di interazione tra musica, teatro e danza).

Diplomatosi “Summa cum Laude” al Berklee College of Music di Boston nel 1992, da 17 anni è assistente a “Umbria Jazz Clinics”, i seminari estivi tenuti a Perugia dalla rinomata scuola americana.
Dal 1998 è coordinatore artistico di Officina Musicale (Mogliano Veneto-TV) ed ha intrapreso con Perugia ed Umbria Jazz un gemellaggio che ha già portato 12 studenti oltre oceano grazie ad un programma di borse di studio.
Ha partecipato a numerosi festival tra cui Umbria Jazz, Umbria Jazz Balcanic Windows-Serbia, Sapporo Snow Festival-isola di Hokkaido-Giappone, Jazz Plaza-Havana-Cuba, Jazz at the Museum-New York-USA, Wuk Festival-Vienna, Maribor Jazz Festival-Slovenia, Jazz e Dintorni Mogliano, Vicenza Jazz, PERC fest-Laigueglia-Savona, Festival Jazz di Milano ed altri.
Ha suonato in Italia, USA, Argentina, Giappone, Spagna, Francia, Svizzera, Austria, Germania, Olanda, Slovenia, Serbia, Croazia, Cecoslovacchia e Russia. Ha registrato più di cinquanta CD.

MICHELE POLGA (sax tenore e soprano)

Nel 1993-1994 frequenta il corso di Jazz alla Dizzy Gillespie Jazz School di Bassano del Grappa, diretta da Lilian Terry, con Maurizio Caldura.
Nel consegue il diploma di Sassofono al Coservatorio Musicale ” G.B. Martini” di Bologna con il prof. Giancarlo Rango.
Nel 1998 frequenta il seminaro estivo organizzato da Veneto Jazz con la Manhattan School of Music di New York a Castelfranco V.to (Insegnanti: Dick Oatts – sax, Rich Derosa – musica d’insieme).
Nel 1999 frequenta il seminaro estivo organizzato da Veneto Jazz con la New School di New York (Insegnanti: Dick Oatts – sax, Gary Dial – musica d’insieme).
Nel 1995 prende lezioni di sax presso la Scuola di Musica Thelonious di Vicenza con Robert Bonisolo.
Nel 2000 frequenta corsi estivi a Siena Jazz (insegnanti: Claudio Fasoli – sax, Paolo Fresu, Enrico Rava, Stefano Battaglia – musica d’insieme).
Nel 2001 consegue il diploma di Musica Jazz al Conservatorio Musicale “F.Bomporti” di Trento con Franco D’Andrea.
Nel 2001 frequenta la Berklee College Of Music di Boston, borsa di studio IASJ (International Association School of Jazz) vinta l’anno precedente a Siena (insegnanti: Dave Liebman – sax, Bill Kirckner – musica d’insieme).
Dal 1994 suona come leader e side-man in varie formazioni musicali, tra cui: Orchestra Nazionale dell’ A.M.J.(Associazione Musicisti Jazz), Thelonious Monk Big Band di Dolo, University Big Band di Verona, Bologna Saxophones Quartet, Sax Symphony Ensamble, I.J.T. (Itinerari Jazz Trento) Big Band, Gershwin Big Band e altre.
Collabora con importanti musicisti, quali: Marco Tamburini, Marcello Tonolo, Pietro Tonolo, Roberto Rossi, Marc Abrams, U.T. Gandhi, Sandro Gibellini, Valerio Abeni, Franco Testa, Di Castri, Claudio Fasoli, Paolo Fresu, Tony Scott, Fabrizio Bosso, FrancoD’Andrea, Paolo Birro, Alfred Kramer, Robert Bonisolo, France Furiosco Bearzatti, Wayne Dockery, Carla Bley, Steve Swallow, Maria Shneider, Cecil Bridgewater, Ben Riley,
Dick Oatts, Paul Jeffrey, Rory Stuart, Charli Pership, Ferenc Nemeth, Eliot Zigmund, Jeff Gardner, Andrea Pozza e altri.
Partecipa con varie formazioni musicali alle seguenti manifestazioni: North East Jazz Fest (Mestre –VE-); New Coversation in Jazz
(Vicenza); Fiemme Ski Jazz (Val di Fiemme); Marostica in Jazz (Marostica –VI-); Itinerari Jazz Trento (Trento); Gorizia Jazz; Alpe
Adria Jazz Festival (Maribor, Slovenia); Jazzandra (Adria –RO-), Barga Jazz (Barga, Lucca);Marca Jazz (Montebelluna –TV-); Young Jazz in Town (Foligno –PG-); Veneto Jazz (Castelfranco –TV-); Alfasoul Jazz Festival; J&W Veneto Jazz; Jazz @ Officina (Prato); Codenons Jazz (Cordenons -PN-); Le Vie Del Suono (Levico -TN-); Padova Porsche Jazz Festival; NU Festival della creativirà e dell’inovazione (Firenze); Storie di Jazz a Padova e altre manifestazioni musicali.
Nel 2002 vince il primo premio al concorso “Baronissi Jazz 2002” con il trio di Andrea Lombardini “ALT” e nel 2004 il primo premio al concorso “Marca Jazz 2004” con il gruppo di Dario Volpi “Halibut Quartet”.

 

PAOLO CORSINI (pianoforte)

Nato l’11 settembre 1982, comincia gli studi musicali all’età di 7 anni sotto la guida del maestro Gianfranco Rongadi, alternando lo studio del repertorio classico e moderno.
Nel corso degli anni passa sotto la guida di Bruno Ceselli per lo studio del repertorio jazz e di Battista Pradal per quello classico.
Consegue la licenza di teoria e solfeggio (2001), il compimento inferiore di pianoforte (2002) mentre contemporaneamente allo studio intraprende l’attività dal vivo dall’età di circa 15 anni, esibendosi con gruppi in vari generi musicali ma principalmente jazz, funk e anche rock.
Consegue nel 2008 il compimento medio di pianoforte e nel 2010 con il massimo di voti il diploma accademico di II livello in discipline musicali ad indirizzo interpretativo compositivo di musica jazz.
Consegue nel 2011 il diploma di pianoforte presso il conservatorio di Trieste sotto la guida del maestro Gianni Della Libera.
Partecipa al progetto di commistione fra musica acustica ed elettronica “ezz-tetich”, collaborando con molti musicisti di jazz del triveneto.
Frequenta nel 2004 i seminari di Siena Jazz con Stefano Battaglia e Franco D’Andrea e molti nomi importanti della scena jazz italiana.
Dal 2003 effettua attività di insegnamento presso scuole di musica nell’area del Veneto e Friuli.
Incide con Federico Missio, Alessandro Turchet, Maurizio Cepparo e Massimo Manzi nell’album “4+1” (2007), con l’Abbey Town Jazz Orchestra nel disco “Big Band Jump”(2007), con il gruppo U.T. Gandhi Fearless Five nel disco “Travellers” (2008), con l’Orchestra Componibile (di cui è membro) nell’album “Musiche per piccola orchestra e 5 direttori” (2010).
Ha avuto l’occasione di suonare e collaborare con molti musicisti affermati dello scenario jazz italiano soprattutto nell’area del triveneto e anche fuori regione.

 

ROSA BRUNELLO (contrabbasso)

Inizia gli studi con Alessandro Fedrigo, David Boato, Andrea Lombardini.
A “Umbria Jazz Clinics – Berklee In Umbria 2003” vince una borsa di studio che le consente di frequentare nel 2005 la scuola Berklee College of Music di Boston (USA) dove riceve un’ulteriore borsa di studio.
Ai corsi estivi di Siena Jazz 2009 vince una borsa di studio.
Studia con Glauco Venier, Klaus Gesing, Stefano Bellon, Edu Hebling.
Nel 2010 si diploma al Coservatorio Jazz “G. Tartini” di Trieste portando come tesi l’intero album “Points of View” di Dave Holland riarrangiato per settetto.
Attualmente frequenta il Biennio Sperimentale – Jazz al Conservatorio “F.
Venezze” di Rovigo con Stefano Senni, Marco Tamburini, Stefano Onorati, Ambrogio De Palma e Marcello Tonolo.
Ha partecipato ad importanti workshop internazionali con Bobby McFerrin, Elvin Jones, Michel Camilo, Horazo “El Negro” Hernandez, Scott Colley, Miguel Zenon, Ben Allison, Drew Gress, Paolino Dalla Porta, Lionel Louke, Ferenc Nemeth,Glauco Venier, Stefano Bollani, Pietro Tonolo, Mauro Negri, Massimo Manzi, Ack Von Rooyer, Bruno Castellucci, Roberto Gatto.
Ha suonato con Pietro Tonolo, Glauco Venier, Bruno Castellucci, Marcello Allulli, David Boato, Massimo Chiarella, Tommaso Cappellato, Fabio Zeppetella, Nicola Fazzini.

 

MASSIMO CHIARELLA (batteria)

Batterista sostanzialmente autodidatta approfondisce la musica e lo strumento attraverso l’ascolto attento dei grandi maestri del jazz.
Ha al suo attivo numerose collaborazioni concertistiche con musicisti italiani e stranieri: Pietro e Marcello Tonolo, Maurizio Caldura, Massimo Urbani, Roberto Rossi, Carlo Atti, Danilo Memoli, Francesco Bearzatti, Sandro Gibellini, Larry Nocella, Bruno Marini, Marco Tamburini, Paolo Birro, Renato Chicco, Nicoletta Manzini, Pietro Odorici, Marc Abrams, Steve Grossman, Kurt Rosenwinkel, John Mosca, Cedar Walton, Jesse Davis, Bibi Rovere, Gorge Cables…
Si è esibito in vari festival anche esteri (Slovenia, Antibes-Juan Les Pins, Parigi, Lugano).
Suona con, fra gli altri, Pietro Tonolo e Steve Grossman.
E’ presente in vari dischi con Pietro Odorici, Nevio Zaninotto, Danilo Memoli e Steve Grossman, Marcello Tonolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.